Vittoria in rimonta per il Matera, che riesce a recuperare un passivo di due reti.
A nulla sono valse le reti di Fumai (su calcio di rigore conquistato da Biondo, poi uscito per infortunio) e Curri su assist dello stesso giocatore cresciuto nel quartiere San Paolo.

 

MATERA-TARANTO 3-2
9’pt rig.Fumai, 11’pt Curri, 31’pt Ceccarelli, 20’st Ceccarelli, 15’st Todino
MATERA: Bianco; Quacquarelli, Ruggiero, Ciano ,Pinna; Streccioni (27’st.Cardore), Marinucci Palermo., Silvestri (30′ Ceccarelli); Cruciani, Di Gennaro; Todino (22’st.Foderaro).A disp. Pino, Ferrenti, Mirri, Rodriguez). All. Favarin
TARANTO: Maraglino; Rosato, Prosperi, Prete; Biondo (14′ Brancato), Gnoni, Cosentini, Stigliano: Bongermino (14’st.Bufalino), Fumai, Curri (28’st.Sarli). A disp. De Deo, Del Bergiolo, Cordua, Zaccaro. All. Pettinicchio
ARBITRO – Diomaiuta di Albano Laziale
AMMONITI – Pinna, Cardore (M), Maraglino, Fumai, Prosperi, Rosato (T)
ESPULSI – allenatore Pettinicchio per proteste nell’intervallo
RECUPERO: +5’st.

6 risposte a “Matera 3-2 Taranto”

  1. antonio ha detto:

    sono tifoso ma non tecnico però una cosa permettetemela, Sarli e Bufalino rendono molto meno dei ragazzini proprio loro che dovrebbero fare la differenza, io li svenderei subito al loro posto farei giocare i giovani almeno hanno motivazioni. Maraglino, Fumai, Curri e qualche altro giovane stanno veramente facendo la differenza perdere per perdere affidiamo la squadra ai giovani secondo me è meglio

  2. Bo Rong ha detto:

    alessandro, it is not about individual mistakes. It is about the fact that the current team are just not good enough because all the good players left. Last year’s team would thrash Matera 6-0.

  3. Bo Rong ha detto:

    Instead of playing in the Serie B with a strong team and a good chance to play Serie A football for the first time in our history next season, we are not in this forsaken league and lost all our good players. It is going to take years before we recover from this debacle.

  4. vincenzo ha detto:

    Maraglino, Fumai, Prosperi, Rosato sono stati ammoniti e il mister Pettinicchio è ststo espulso per proteste nell’intervallo.
    Se questa è la risultante, allora bisogna cambiare tattica in campo. Se prendi calci e schiaffi vieni ammonito e se protesti vieni espulso, allora bisogna trarre le conseguenze e fare come lo fanno gli altri senza protestare.
    Quando si vince 2 a 0 non bisogna più giocare ma spezzettare il gioco e colpire in contropiede.
    Questa è la regola di questa categoria, perche si gioca poco e si è duri negli interventi. L’avversario deve temere chi ha di fronte.

    • alessandro ha detto:

      Il problema e’ anche di potere politico.
      Anche l’ anno scorsa , indipendentemente dagli errori gravi di gestione della proprieta’ , nonostante i sette punti di penalizzazzione, siamo arrivati secondi a solo due punti dalla ternana. Se teniamo conto dei molteplici gol annullatici durante le 34 partite di campionato e dei ancora piu’ molteplici rigori non concessoci ci e’ sfuggita la promozione diretta nonostante le penelizzazioni , e aggiungo che il gol annullatoci in casa con il sorrento e poi ridatoci , e’ stato solo merito della diretta televisiva su rai sport, per il quale hanno avuto vergogna di tale errore in diretta, e dulcis in fundus nella semifinale con la pro vercelli ci sono stati annullati tra andate e ritorno 3 gol, dico ben tre gol. Seguendo negli ultimi anni anche le altre partite di serie c , ho notato che gli errori arbitrali contro le squadre che hanno un maggior numero di tifosi al loro seguito e frequente , non so se e’ casuale ho scentifico, ma resta un dato di fatto che in queste categorie far rimanere piu’ a lungo queste societa’ in queste serie di categorie aiuta i palazzi di queste categorie ad avere piu affluenza agli stadi e avere piu potere contrattuale con i palazzi e gestori delle categorie superiori sulla spartizione dei diritti televisivi. Chiedo alla proprieta’ dela societa che e’ ancora giovane nel mondo del calcio di chiedere ai propri collaboratori direttori sportvi e consulenti di mercato con maggiore esperienza se questa teoria e’ del tutto infondata.

  5. alessandro ha detto:

    Indipendentemente dai presunti errori arbitrali, se rivedete il video della partita notate che ad inizio partita la carica agonistica dei dei singoli calciatori era molto reattiva, l’ avversario veniva aggredito, pressato e non gli si dava il tempo di ragionare con la palla e sopratutto si faceva pi movimento senza palla. Mentalmente dopo il due a zero questa carica e andata sempre piu scemando come se mentalmente si pensasse che ormai il compitino fosse svolto facendo meno movimento senza palla, e dopo aver preso il primo gol, la paura che potesse avvenire cio che poi e avvenuto , ha letteralmente fatto andare in tilt mentalmente la maggior parte dei calciatori. Bisogna capire che le gare durano 90 minuti piu recupero. Non siamo una grande squadra , ma ripartiamo da quel MOLTO di buone fatto vedere nei primi venti minuti, (La voglia di riscatto) e lavoriamo sulla mentalita’ della squadra (vincere la paura di perdere), fecendo capire che anche le squadre avversarie quando le cose vanno storte, hanno voglia di riscatto e moltiplicano le forze in campo per riscattarsi, senza attendere la domenica successiva. Pur sconfitti, i primi venti minuti rimangono per agonismo e reattivita’ i migliori venti minuti dall’ inizio della stagione.Sono un abbonato che domenica scorsa a disertato lo Iacovone e domenica prossima ritorna allo stadio nella speranza di vedere almeno 60 minuti uguali ai primi venti di oggi indipendentemente dal risultato.

About admin

APS Fondazione Taras 706 a.C.