Al fine di garantire la massima diffusione del pensiero espresso dal Presidente del Taranto FC 1927, Elisabetta Zelatore,  nell’intervista rilasciata al giornalista Carlo Termite, pubblichiamo integralmente quanto apparso su Sport Taranto 24
(http://www.sportaranto24.com/

Nell’immediato dopo gara l’aria era troppo tesa per poter tirare le conclusioni. Il giorno dopo la sconfitta di Bisceglie, la terza in quattro gare per il Taranto di Napoli, il numero 1 rossoblu Elisabetta Zelatore a Sport Taranto 24 fa il punto sulla crisi di risultati e anche di gioco, quello che non c’è stato ieri al Ventura: “Ho visto una squadra eterea - tuona il presidente del Taranto - senza gioco, nè idee. Sono molto arrabbiata per quello che è successo a Bisceglie. Oggi incontrerò la squadra per sapere come hanno visto la partita e come la giudicano. Di solito non lo faccio, ma la situazione è straordinaria. Anticipiamo di un giorno gli allenamenti perchè la soluzione passa innanzitutto dal lavoro e quindi è giusto che si lavori di più per rimediare agli errori

ST24 – Tre sconfitte in quattro gare sono tante. Tommaso Napoli è a rischio?
Salvo pochi elementi che ci hanno soddisfatto sino ad ora nessuno deve sentirsi al sicuro, nemmeno Tommaso Napoli. Oggi voglio sapere dalla squadra come hanno visto la partita e come la giudicano. Di solito non lo faccio, ma la situazione è straordinaria. Anticipiamo di un giorno gli allenamenti perchè la soluzione passa innanzitutto dal lavoro e quindi è giusto che si lavori di più per  rimediare agli erroriIn un momento come questo tutti devono farsi un esame di coscienza e capire quale strada vogliono intraprendere. Chi pensa di essere venuto a Taranto ad attendere la fine del mese come se fosse un dipendente pubblico, con tutto il rispetto, può anche fare i bagagli e andare via. Da noi non funziona così. Abbiamo avuto dei notevoli ritardi per i motivi che tutti sappiamo. Ora, però, basta appellarci a questo. Bisogna invertire la marcia. Da subito e in maniera radicale“.

ST24 – La scelta di affidarsi a Domenico Pellegrini è un primo passo verso questa inversione?
E’ un uomo di sport e di calcio. Lo avevamo contattato già in settimana e ieri abbiamo formalizzato il tutto a Bisceglie, dove era con noi a vedere la partita

ST24 – Ci saranno delle sorprese?
Sicuramente bisogna porre rimedio a questa situazione. Per la costruzione della squadra ci siamo affidati a delle consulenze che adesso dovranno risolvere questa situazione perchè per arrivare ai risultati bisogna giocare e il Taranto ieri non ha avuto gioco. Se l’area tecnica non ci darà queste garanzie  siamo pronti a intervenire direttamente. Le sorprese non sono da escludere“.

4 risposte a “Presidente Zelatore: Tutti in discussione”

  1. vincenzo scrive:

    Chi pensa di essere venuto a Taranto ad attendere la fine del mese come se fosse un dipendente pubblico, con tutto il rispetto, può anche fare i bagagli e andare via.

    Condivido in parte il messaggio del presidente, ma come lavoratore pubblico, rifiuto che si possa far passare il concetto di lavoro e confonderlo con la dignità.
    Chi lavora onestamente, con dedizione e impegno non guarda il guadagno ma l’intenzione diaver speso e profuso il massimo inpegno per una corresponsione adeguata e corrispondente al lavoro svolto.

  2. ALESSANDRO scrive:

    Aprite gli occhi , qualcuno vi manopola a suo piacimento, per farVi stancare (grazie ai scarsi risultati sul campo) e decidere di vendere/mollare , poter aquisire le quote del taranto da voi stesso ( a quattro soldi ) , e solo dopo far arrivare i calciatori e tecnici adatti al progetto. A voi capire di chi si tratta.
    Io e gran parte dei tifosi abbiamo e riteniamo di averne una idea ma rischierei una denuncia per diffamazione se continuo oltre.
    Il primo risultato e’ gia evidente, se capite e da domani fate piazza pulita e rifondate una squadra fondata da meno di un mese , comunque il tempo perso e quello che necessitera’ per rifondare , significa che almeno per questo anno non e’ piu possibile raggiungere i traguardi che vi eravate fissati.
    Dato di fatto ormai inconfutabile.
    Sappiate rialzarVi e rialzare questa squadra e la nostra dignita.
    So che non e’ bello essere critici come lo sono ultimamente, ma ricordate ci sono critiche fate per odio con lo spirito distruttivo e critiche fate per amore affinche’ diventino costruttive.
    A voi qualificare le mie critiche e di gran parte dei tifosi ( soprattutto il cosi detto zoccolo duro sempre presente e pagante come il sottoscritto) se trattasi di critiche distuttive o costruttive.
    Con vero affetto Vi auguro per il Vostro e nostro bene i migliori auguri per una impresa nel quale ancora siete/siamo alla partenza pur essendo partito il via.
    Saluti e Forza Taranto… o quel che ne e’ rimasto

  3. egidio scrive:

    Bene bene…. una bella strigliata al settore tecnico e soprattutto all’allenatore è giusto che si faccia!!!
    Il Presidente Zelatore fa bene era ora che iniziasse a tirar fuori le unghia!!!! A Taranto vogliamo gente che giochi al calcio in modo serio e convincente… i giocatori se non lo sanno o non lo hanno ancora capito ebbene che qualcuno glielo ricordi.
    Mai cosi in basso dal punto di vista dei risultati…per non parlare dal punto di vista atletico…zero assoluto!!!
    alla guida della squadra un allenatore di solo parole… e i fatti? non và, non và!!! nella speranza che il Presidente prenda un giusta ed adeguata decisione…!!! Buon Lavoro Presidente!!!!

  4. ANGELO scrive:

    BENE LA PRESA DI POSIZIONE DEL PRESIDENTE E DELL’AVVOCATO BONGIOVANNI,HO GIA’ COMMENTATO IN UNA EMAIL INVIATA IN SOCIETA’ QUESTA MATTINA. EFFETTIVAMENTE, UN TIFOSO COME ME CHE FA LA TESSERA OGNI ANNO ( CON SACRIFICIO ) VEDERE GIOCARE COSI’ MI VERGOGNO DI ASSISTERE ANCHE ALLA PARTITA.
    TUTTAVIA, RIPETO ANCORA, PER ME E’ UNA QUESTIONE TECNICA, E DI QUALCHE GIOCATORE. PER QUET’ULTIMI ANCHE SE METTONO LA LORO BUONA VOLONTA’ SI VEDE LONTANO UN MIGLIO CHE AVREBBERO DOVUTO METTERE GIA’ LE SCARPE ( COME SI USA DIRE) APPESI AL CHIODO. LA STERZATA CI VOLEVA VEDIAMO DOMENICA SE CAMBIA QUALCOSA SE NO LA SICILIA E’ VICINA PUO’ PRENDERE ANCHE LA BARCA.
    UN TIFOSO DA SEMPRE.

About admin

APS Fondazione Taras 706 a.C.