“Oggi mi è piaciuta molto la determinazione e la voglia di vincere della mia squadra. I ragazzi ci hanno messo l’anima fino alla fine: abbiamo il tempo per poter esprimere al meglio il nostro potenziale. Abbiamo avuto un approccio alla partita troppo teso e non abbiamo giocato una buona gara, in entrambe le fasi di gioco.” Sono le prime dichiarazioni post partita del tecnico rossoblù Vincenzo Maiuri che ripensa alla partita soffermandosi su alcune occasioni da rete: “abbiamo avuto qualche occasione che avremmo potuto concludere meglio. Quella di oggi- sottolinea Maiuri- è stata una partita molto difficile perché gli avversari, con il passare del tempo, si sono chiusi rallentando il possesso palla. Dobbiamo migliorare la manovra cercando maggiormente la profondità.” La testa del tecnico ionico è già proiettata al prossimo match: “penso già alla prossima partita dove ci saranno miglioramenti nel nostro gioco.” Pensiero finale rivolto ai numerosi supporters presenti sugli spalti dello Iacovone: “ho visto dei tifosi che hanno cercato di sostenerci in tutti i modi e mi dispiace di non aver regalato loro una vittoria che cercheremo comunque di raggiungere già domenica prossima.”

Premiato dall’assessore allo sport del Comune di Taranto Gionatan Scasciamacchia (che ha ricordato il giovane tifoso prematuramente scomparso, Francesco Di Molfetta, con una targa in Tribuna laterale) come “Atleta di Taranto ‘13”, il capitano Fabio Prosperi analizza l’incontro; “abbiamo cercato in tutti i modi di raggiungere la vittoria, senza sbilanciarci troppo, concedendo solo l’occasione del rigore, contro una squadra che nonostante il  ritardo di preparazione, ha dei giocatori di buon valore. Dobbiamo rimanere sereni e continuare a lavorare come abbiamo fatto finora e alla fine i risultati arriveranno; alla prestazione di oggi è mancata soltanto il gol. Non è il caso di fare di questo pareggio un dramma; ci dispiace di non aver festeggiato con una vittoria la riapertura della Curva Nord, ma continueremo a lavorare e cercheremo di rifarci già domenica prossima a Manfredonia. Dobbiamo pensare solo a noi stessi e a lavorare con impegno e serietà.

Un rigore parato, applausi e tanta sicurezza. Esordio senza dubbio positivo per il numero uno Riccardo Marani. Il portiere, classe 1995, è stato nominato dalla stampa come migliore in campo ricevendo il premio Birra Raffo: “siamo stati sfortunati, ma penso che alla prima partita possa accadere che qualcosa non vada per il meglio; cercheremo, comunque, di fare meglio già dalla prossima partita. Non avevo mai giocato in uno stadio così grande e con così tanti spettatori ed è stata davvero una grande emozione. Rispetto alla mia precedente esperienza, sento maggiori responsabilità, ma questo non è assolutamente un problema.

I commenti sono chiusi.

About admin

APS Fondazione Taras 706 a.C.