Di seguito il messaggio del presidente Fabrizio Nardoni relativo all’aggressione subita da Luis Eduardo Carloto.

“Attendo fiducioso l’esito delle indagini dei Carabinieri ancora in corso – dice il presidente Fabrizio Nardoni – ma resto profondamente turbato dalla violenza che nella mia città si traveste dietro passioni o ignoranze. Non so ancora la natura e il movente dell’aggressione che ha colpito il componente della nostra squadra e della nostra famiglia rossoblu, ma sono pronto, qualora le ragioni di questo vile gesto risiedessero in motivazioni calcistiche, a porre in essere azioni, anche di forte impatto societario in grado di denunciare e finalmente sradicare la tolleranza che spesso accompagna atteggiamenti di scontro e violenza fisica e verbale intollerabili. Ringrazio sin da ora tutta la tifoseria che ha voluto far pervenire a Carloto e alla società messaggi di sostegno e solidarietà, ma come responsabile massimo di questo sodalizio sento il dovere etico e morale di valutare subito dopo la chiusura delle indagini il segnale di civiltà e cultura che come sodalizio sportivo, insieme al tifo non violento e responsabile, dovremo essere in grado di dare.”

I commenti sono chiusi.