Il capitano Claudio Miale ha parlato oggi in conferenza stampa analizzando, tra i vari argomenti, la scorsa gara giocata contro il Gragnano e la prossima partita che vedrà il Taranto giocare in trasferta al "Miramare" contro il Manfredonia. Ecco le dichiarazioni in sala stampa del difensore rossoblù: «A Cava de' Tirreni abbiamo giocato contro una squadra con gli stessi obiettivi nostri ed è stata una gara equilibrata dove sicuramente non abbiamo sfigurato. Domenica scorsa, invece, abbiamo giocato contro una formazione che ha ambizioni diverse rispetto alle nostre ed è stato sicuramente un passo falso perché arrivato con una squadra inferiore sulla carta. Abbiamo già parlato con il mister della scorsa gara, domenica dovremo dimostrare con la giusta umiltà che si è trattato solo di un incidente di percorso. Il mercato dicembrino non mi piace, sarebbe più giusto farlo durante la sosta natalizia, tipo dal 19 dicembre al 6 gennaio. Nello spogliatoio la prima regola non scritta è quella di non parlarne, in una squadra importante di Serie D tutti i calciatori fanno gola ad altre società, però non bisogna pensare a queste voci. Prima di Cava ho detto che non cambierei la nostra rosa perché abbiamo le qualità per vincere questo girone, ma queste qualità le dobbiamo dimostrare sul campo. A Manfredonia dobbiamo giocare con il cuore per dimostrare che possiamo competere con le prime della classe. Mister Cazzarò si è preso le responsabilità per il pareggio contro il Gragnano perché è un signore, ma è normale che non sia lui il colpevole. Quest'anno c'è più bagarre per la lotta al vertice e possono esserci delle difficoltà, però non dobbiamo pensare agli altri ma solo a ottenere i tre punti a Manfredonia. Queste partite vanno giocate con concentrazione e non sono utili per delle sperimentazioni: se sottovalutiamo la gara di domenica si rischia la figuraccia. So che il Manfredonia sta effettuando degli acquisti ma noi dobbiamo fare la nostra partita consapevoli che hanno qualche limite tecnico. L'anno scorso, con la maglia del Bisceglie, la rincorsa fu soltanto su Trastevere e Nocerina mentre in questo campionato ci sono più squadre quotate. Non pensiamo a fare calcoli altrimenti non andiamo da nessuna parte, siamo concentrati soltanto sul Manfredonia. 4-3-1-2 come modulo? Il mister prova tante cose, ha un'idea di gioco flessibile e si adatta alle caratteristiche della squadra. Gli infortunati? Galdean si è allenato oggi con il gruppo mentre Diakitè oggi l'ho visto correre e probabilmente recupererà prima del previsto. Siamo fortunati ad avere strutture e un buono staff. L’attacco? Sulla carta abbiamo quattro grandi attaccanti e devono trovare soltanto la giusta continuità. Situazione squalifiche? Non sono preoccupato di giocare in diffida, l'importante è che non venga squalificato tutto il reparto difensivo nella stessa giornata. Giove? Il presidente ci sta trasmettendo serenità: è una persona equilibrata che ci ispira fiducia e lo dimostra con i fatti. È un presidente navigato che già conoscevo, dato che mastica calcio da anni».   Eligio Galeone - Ufficio Stampa Taranto F.C. 1927
COMUNICATO UFFICIALE: PREVENDITA BIGLIETTI MANFREDONIA-TARANTO
SETTORE GIOVANILE: IL PROGRAMMA DEL WEEKEND