Nel pomeriggio di sabato 6 ottobre, il presidente del Taranto, Elisabetta Zelatore, è intervenuto telefonicamente in una nota trasmissione di approfondimento sul Taranto FC,  chiarendo alcune  importanti questioni che hanno coinvolto il club nel corso di questa settimana: "La società precisa che con Enzo Maiuri si è discusso esclusivamente di questioni tecniche ed economiche" - ha esordito il presidente - " inoltre, in tarda serata, l'accordo sembrava siglato, in quanto la richiesta di portare nel club anche il preparatore Luigi Doria era stata accolta,  assicurando che quest'ultimo sarebbe stato affiancato all'attuale preparatore Giuseppe Vizzielli.  Si  è anche assicurato il sig. Maiuri che,  nel corso delle prossime finestre di mercato, la società sarebbe intervenuta accogliendo le sue esigenze.  Tuttavia il tecnico, nella mattinata di giovedì,  ha comunicato al nostro Direttore Generale, Domenico Pellegrini, di averci ripensato". Il presidente Zelatore ha anche sottolineato quale ruolo chiave avrà il neo allenatore:  "Con molta trasparenza specifico che il nostro progetto non è ridimensionato al ribasso, poiché attualmente abbiamo una squadra con potenzialità individuali notevoli, anche se al momento alcuni giocatori non riescono ad esprimersi. Mi auguro che l'allenatore, attraverso il suo lavoro, riesca a far venire fuori quelle qualità che i nostri calciatori possiedono. Abbiamo in rosa degli under interessanti e sono sicura che un tecnico esperto nel lavoro delle giovanili come Giacomo Pettinicchio saprà valorizzare questi ragazzi". Una nota finale riguardo gli obiettivi attuali del club: "Ho sempre dichiarato che non eravamo campioni dopo il successo di  Trani,  così come non siamo ciucci dopo le ultime prestazioni. Sia chiaro che non abbiamo mai dichiarato di voler vincere il  campionato,  anche se capisco che il tifoso può avere aspettative diverse, poiché reduce da una stagione in cui gli è stata scippata la Serie B.  Noi siamo stati sempre chiari ed attualmente il nostro progetto è in linea con quelle che sono state le opportunità che abbiamo potuto cogliere in un mercato che, al momento della nostra iscrizione, offriva pezzi residuali. Negli ultimi 15 giorni abbiamo rivoluzionato l'assetto del club, anche attraverso scelte coraggiose, ed il mio desiderio è quello che si cambi registro e si inizi a fare punti.  Abbiamo fiducia delle potenzialità della squadra e del tecnico e ci auguriamo che la giornata di domani sia un punto di partenza per poterci levare qualche soddisfazione".
Juniores: Battuto anche il Matera, finisce 3-0
Taranto in crescita, ma a Battipaglia termina 2-1